Il mio blog principale: http://mikelogulhi.blogspot.com
Il blog centrale in italiano (dove puoi vedere, a destra, quali sono gli ultimi blog in italiano aggiornati): http://ilmondofuturo.blogspot.com

martedì 7 gennaio 2014

Coree: Seul chiede al Nord di riprendere i ricongiungimenti familiari

da www.atlasweb.it

    di  .  Scritto  il  7 gennaio 2014  alle  6:00.

ha proposto ufficialmente alla di tenere “a breve” un incontro di famiglie separate dalla Guerra di Corea (1950-53), mesi dopo l’ultimo tentativo fallito di recuperare queste iniziative umanitarie, che non si tengono dal 2010.nordcoreakaesong
Ieri il governo sudcoreano ha chiesto alle autorità di di organizzare un incontro per la fine del mese in occasione del capodanno lunare, una delle maggiori festività dei coreani, che quest’anno cade il 31 gennaio, riporta l’agenzia di notizie sudcoreana Yonhap, che cita fonti del ministero dell’Unificazione del Sud.
Seul ha presentato la sua richiesta ufficiale via fax, poche ore dopo che la presidente sudcoreana, , manifestasse il suo desiderio di riprendere gli incontri durante una conferenza stampa.
Le due avevano organizzato un incontro per lo scorso ottobre in territorio nordcoreano, annullato dal regime di Kim Jong-un pochi giorni prima per una serie di divergenze.
Il ministero dell’Unificazione sudcoreano ha confermato che, in caso di risposta positiva da parte di Pyongyang, all’appuntamento di fine mese saranno rispettate le liste elaborate per l’incontro fallito di ottobre, che comprendono un centinaio di famiglie.
Decine di migliaia di persone del Nord e del Sud non hanno potuto riprendere i contatti con i propri cari al di là della frontiera dopo che la Guerra di Corea aveva portato alla divisione della penisola coreana in due.
I due paesi hanno tenuto il loro primo ricongiungimento familiare nel 1985, ma i frequenti picchi di tensione nelle relazioni bilaterali hanno impedito la periodicità degli incontri.
Ciononostante, dopo una pausa di 15 anni, tra il 2000 e il 2010 si sono tenuti 18 incontri che hanno permesso ad oltre 3.8000 famiglie di riunirsi, anche se per breve tempo, dopo esser rimaste separate per decenni. L’ultimo incontro ha avuto luogo alla fine del 2010.
Per Seul la ripresa di questi incontri è una priorità, e ciò per motivi che definisce “umanitari”: l’80 per cento dei richiedenti ha più di 70 anni.